facebook studio del benessere
 +41 091 9701400
Skip MenuHome > Pubblicazioni

IL BURRO
giovedì 27 ottobre 2016

Il consumo di burro nuoce alla salute o fa bene?

La produzione e il consumo di burro fanno parte di una lunga tradizione. I primi riferimenti scritti li troviamo già nel Medioevo ma sicuramente la tradizione di fare un pasto con pane e burro è molto più antica. Era la fonte di energia della classe operaia, dei contadini e anche dei soldati.

Già a partire dall’inizio del secolo scorso, una parte della popolazione più povera era però costretta a scegliere la margarina, non potendosi permettere il burro. Questa scelta era dovuta solo a motivi finanziari, non per il gusto perché la margarina non è mai veramente piaciuta…

Il burro contiene molti acidi grassi di corta e media catena. Questi acidi grassi fanno parte delle nostre membrane cellulari, le rendono flessibili, morbide ma soprattutto le mantengono intatte. La membrana ha il compito di consentire il passaggio dei minerali dentro e fuori dalla cellula, di portare gli scarti fuori e proteggere la cellula da germi e componenti chimici.

Perciò è di importanza vitale che la membrana cellulare sia in buone condizioni e gli acidi grassi del burro contribuiscono in maniera importante al suo mantenimento ottimale. Inoltre il burro facilita l’assorbimento delle vitamine A, D, E, K e del betacarotene.

Il burro fa male al colesterolo?

Per mantenere la membrana cellulare intatta e flessibile, abbiamo bisogno anche di un’altra sostanza: il colesterolo.

Il colesterolo è inoltre di vitale importanza per la produzione di ormoni come estrogeni, progesterone e testosterone.

La fama negativa del burro collegata al colesterolo deriva dal fatto che esistono due tipi di colesterolo, LDL e HDL, cioè di bassa e di alta densità. LDL, di bassa densità, viene prodotto in quantità maggiori dal nostro organismo come mezzo di “pronto soccorso” quando il fegato è affaticato o intossicato. LDL attraversa il nostro sistema cardiovascolare e arriva al cuore e ai vasi sanguini trasportando il colesterolo fondamentale per mantenersi in buona salute, ma troppo LDL può creare invece problemi.

Interviene allora l’HDL, di densità superiore, che riesce a trasformare parte dell’eccesso di LDL in colesterolo buono. Assumere quindi erbe che sostengono il fegato e fare abitualmente attività sportiva aumenta di molto la produzione del colesterolo buono. Per riassumere, non è colpa del burro se il colesterolo non è nei valori ideali, ma uno stile di vita non proprio sano.

Al contrario, con il consumo di burro possiamo influenzare positivamente la produzione del colesterolo, per sostenere la membrana cellulare, il metabolismo e la produzione di ormoni e vitamine.

Un prodotto naturale

Un altro punto che parla a favore del burro è la sua origine organica e naturale. Non è un miscuglio chimico o innaturale come la margarina. E’ importante però che sia di buona qualità e bio perché un burro che deriva dal latte di animali ad allevamento intensivo è maggiormente inquinato di ormoni, antibiotici, anfetamine e pesticidi.

Dunque per colazione va benissimo mangiare una fetta di pane di segale o di farro, con un bello strato sopra di burro fresco!

Nella prossima Newsletter vedremo più da vicino la cugina del burro, la margarina.

 

…”E’ giunta l’ora di vaccinarsi contro l’influenza!”

… Questa raccomandazione viene fatta dall’Ufficio Federale della Sanità pubblica e pubblicata sul Corriere del Ticino del 14.10.2016 in occasione della giornata nazionale della vaccinazione, l’11 novembre.

Però ormai sappiamo che un vaccino può avere seri effetti collaterali, oltre a provocare possibili allergie come ad esempio alle proteine delle uova, o la mal sopportazione del principio attivo del vaccino stesso. Senza contare che vengono aggiunti anche metalli pesanti…

Come ogni anno vi proponiamo quindi un’alternativa al vaccino, quello in forma omeopatica in globuli, senza effetti collaterali e facile da prendere.

Si beneficia di un’ottima protezione ed aumenta nello stesso tempo il sistema immunitario. Può essere preso da tutti, a partire fin dalla più tenere età.

Vi auguro perciò un inverno in piena salute, con pochi raffreddori e tanti bei momenti!


Allergie e asma
mercoledì 16 marzo 2016

Cosa posso dire di nuovo che non si legga già sui giornali?!

In tutto il mondo si è registrato un aumento esponenziale di allergie, sia alimentari che ai pollini. In Europa circa il 20% della popolazione soffre di pollinosi, mentre circa il 5-10% ha anche problemi di asma bronchiale.

Alcuni nessi sono stati accertati tra allergia e abbassamento del sistema immunitario.

I bambini non vaccinati hanno un sistema immunitario ben più forte rispetto a quelli vaccinati. Il motivo è che i vaccini sopprimono proprio quelle malattie che dovrebbero invece allenare e rinforzare il sistema immunitario.

Per quanto riguarda l’asma, l’interesse per questa patologia è alto: è la malattia cronica di età pediatrica più frequente.

Secondo una delle teorie più accreditate, la cosiddetta ipotesi dell’igiene, l’esplosione di asmatici sarebbe da attribuire alla “troppa pulizia”: il fatto di venire in contatto meno che in passato con i microbi naturalmente presenti nell’ambiente, disabituerebbe il sistema immunitario a reagire in modo equilibrato alle sostanze estranee, e creerebbe le condizioni per lo sviluppo dell’asma.

C’è ad esempio l’uso eccessivo di antibiotici che avrebbe eliminato dall’ambiente microbi utili ad allenare il sistema immunitario a reagire in modo equilibrato e non eccessivo agli allergeni.

Vivere in fattoria aiuta il sistema immunitario

Vivere in un ambiente non troppo pulito come quello per esempio di una fattoria con stalle e animali, protegge il bambino da asma e allergia.

Secondo le ultime ipotesi il meccanismo tramite cui lo “sporco” potrebbe svolgere un ruolo di prevenzione dell’asma funzionerebbe così: l’aria della fattoria è piena di molecole provenienti da batteri presenti nel letame degli animali e nel foraggio – chiamate endotossine – che causano uno stato di leggera infiammazione delle vie aeree.

Questo stato di minima allerta del sistema immunitario in qualche modo attenuerebbe la risposta verso altri tipi di sostanze estranee che possono venire in contatto con l’organismo, per esempio gli acari della polvere.

Ma secondo la declinazione più recente della teoria dell’igiene, potrebbe essere anche la flora batterica intestinale a costituire la centrale di scambio tra fattori ambientali e sistema immunitario.

Uno squilibrio nella popolazione di batteri che popolano l’intestino produrrebbe delle conseguenze “a distanza”.

Sono già stati identificati diversi fattori che si ipotizza possano giocare a sfavore, per esempio la nascita con parto cesareo, o prematura, l’uso di antibiotici da parte della mamma o nei primi mesi di vita, l’allattamento artificiale.

Proprio con la biorisonanza, si può guarire definitivamente da allergie e asma.

 

Biorisonanza e allergie

Prima dell'inizio della terapia è necessario stabilire le fonti energetiche del corpo, dopo di che inizia la localizzazione degli allergeni.

L'apparato di biorisonanza utilizza elettrodi che si collocano in diverse parti del corpo del paziente, stabilendo una comunicazione diretta. Le oscillazioni elettromagnetiche proprie del paziente vengono captate dall'apparato, dove si forma un'immagine speculare terapeutica delle oscillazioni che viene poi rinviata nel corpo, stimolandolo a ritrovare il proprio equilibrio energetico.

Il corpo rigenerato non reagisce più ai sintomi di allergia, ciò significa che è possibile guarire in maniera definitiva le allergie e le malattie a esse collegate.

È importante che nella fase di trattamento il paziente segua le istruzioni ricevute dal terapeuta, seguendo una dieta prescritta, altrimenti la cura potrebbe non avere tutti gli effetti desiderati.

Le ricerche hanno dimostrato che con la terapia biorisonanza nel 83% di casi l'allergia e totalmente curata.

Nei casi di allergie ai pollini e consigliato di cominciare i trattamenti a fine estate, solo cosi l'allergia ai pollini può essere curata totalmente.

Se si comincia il trattamento in primavera quando i sintomi dell’allergia sono già presenti, possiamo diminuire i sintomi, però e più difficile curare l'allergia.

 


Il mio messaggio di Natale per te…
lunedì 14 dicembre 2015

Quello che stiamo vivendo è un momento planetario molto difficile e violento. Ce ne siamo accorti tutti, soprattutto con gli ultimi fatti di Parigi. E anche le previsioni di Nostradamus si stanno avverando sempre di più...

Non voglio entrare troppo nel merito, però credo che il Natale sia un buon momento per tutti per riflettere su come possiamo contribuire alla pace sulla Terra e alzare il livello globale delle frequenze positive.

A questo proposito mi fa piacere dare la parola al collega Iacopo Paolucci, operatore olistico e Angel Specialist, che ho avuto il piacere di ospitare nel mio studio e che alcuni di voi già conoscono.

Qui di seguito trovate il suo messaggio, dove ci espone il suo punto di vista su quello che ognuno di noi potrebbe fare in questo periodo buio. Piccola parentesi… Tradizionalmente il periodo dell’Avvento viene considerato “buio” non solo per la drastica riduzione delle ore di luce durante il giorno, ma soprattutto perché le forze negative del male hanno maggior potenza proprio a causa di questo. Un antico detto bernese dice infatti che “il diavolo durante l’Avvento spiffera da tutti i tetti”…

“Concentriamoci solo sulla Luce che è tutto ciò che è...

Ognuno di noi vibra e fa vibrare tutti gli altri allineati a quella frequenza in quel momento nel Mondo: si chiama Legge di Risonanza. Quindi ora capite perché ci vogliono fare vibrare tutti di Paura, Terrore, Disperazione e altro? Perché vogliono farci vivere nella Separazione e non nell'Unità? Così siamo più' deboli, più manipolabili e siamo tutti collegati. E infettiamo di questo morbo tutti gli altri.

E allora decidiamo bene di cosa vogliamo vibrare e far vibrare gli altri, oggi e giorno dopo giorno: Gioia, Amore, Libertà che trasmuti tutta questa onda nera in onda di Luce!

Siamo tutti responsabili SEMPRE di ciò che buttiamo là fuori nel mondo. Io in primis. Nel piccolo come nel grande. Anche in casa avvengono OGNI GIORNO guerre, battaglie, stragi, a volte solo a parole, altre purtroppo a fatti. Ogni giorno sulla nostra tavola ammazziamo qualcosa che poi ammazza noi...

E tutto questo secondo voi non ha un riflesso nel Mondo?

“Nooo eh....ma cosa dici, sei pazzo?!”

"Ma come?! Cosa c'entro io in casa mia che litigo con mia moglie, con mio marito e l'ammazzerei di botte quando mi fa arrabbiare... cosa c'entro io con queste stragi?"

"Cosa c'entro io che mi mangio un bel pollo arrosto con patate?"

"Cosa c'entro io che mi lamento ogni giorno di cose negative, che odio i miei genitori, che distruggerei il mio capo, i miei colleghi li brucerei vivi, come i barboni, i poveri, i ricchi, le minoranze, gli animali, i musulmani, i cinesi, le donne stronze, gli uomini bastardi, i bambini rompipalle, i deformi, gli handicappati… ciò che non accetto lo voglio distruggere... ma solo a pensieri e parole eh,..

“Cosa centro io con questi pazzi omicidi e con tutto questo?"

C'entri caro mio, c'entri benissimo!

Tutta questa violenza, tutta questa aggressività è anche latente in noi, è anche in te. Sepolta da qualche parte. Prima te ne rendi conto e l'accetti, meglio è.

Siamo responsabili di tutti i pensieri, parole e azioni che vomitiamo ogni giorno sul Nostro Pianeta e che poi ci tornano indietro come un boomerang impazzito, soprattutto con queste Energie Cosmiche Superveloci.

A Parigi come a Roma, Milano, Napoli, New York, Rio de Janeiro, Cagliari, Pechino, Zurigo, Washington, Buenos Aires, Bombay, Gerusalemme, Cape Town, Il Cairo, Tokio, Montreal, Acapulco, Sidney, Siracusa, Arese, Busto Arsizio, Cinisello Balsamo etc. etc..etc..

OVUNQUE!

E quindi occhio bene a cosa pensi, a cosa dici, a cosa fai, a cosa produci e a come condizioni gli altri in casa tua come fuori.

Il Microcosmo nel Macrocosmo. Nel piccolo come nel Grande.

Risvegliamoci allora da questo campo collettivo negativo e scegliamo la Luce. Avremo solo bene in cambio e tutta l'Umanità sarà risvegliata.

Ma partiamo da noi stessi, poi dalla nostra famiglia, e poi andiamo nel Mondo.

AMIAMO E ACCETTIAMO NOI STESSI CON TUTTI I NOSTRI PREGI E DIFETTI CON COMPASSIONE E SENZA GIUDICARCI....questa è la Chiave di Innesco!

Se già non ci vogliamo bene e odiamo noi stessi come possiamo amare all'esterno qualcun altro?

Abbiamo invece sempre una possibilità per ricominciare ad amarci, ed essere amati, a volerci bene, a dedicarci del tempo libero, ad abbracciare i nostri genitori e dirgli ti voglio bene (o a farlo in preghiera), ad accarezzare nostro marito, nostra moglie e i nostri figli e dirgli Ti amo...a giocare con gli animali. Ad amare il prossimo, la società, il Mondo Intero.

Non ci vuole tanto tempo, possiamo farlo ORA!

Non so voi, ma io scelgo l'Unità, scelgo la Gioia, io scelgo l'Amore, io scelgo la Vita.

E VOGLIO INFETTARVI TUTTI DI QUESTO VIRUS POSITIVO OGNI GIORNO!”

 

Iacopo Paolucci

Angel Specialist

Master Channeler & Reiki

Theta Healer

www.iacopopaolucci.it

email: iakpao@gmail.com

Mob: +393409271570+393409271570

 

BUON NATALE 2015 E UN MERAVIGLIOSO ANNO DI LUCE A TUTTI VOI!


In Medicina Tradizionale Cinese ogni organo è collegato con vari aspetti della vita, con un’ora del giorno, con una stagione, e con altri organi correlati. Si basa sulla teoria dei cinque elementi, o meglio cinque movimenti, poiché la medicina orientale si affida alla natura, ai suoi cicli perenni di trasformazione, in un ciclo continuo di rinnovamento.

Gli elementi sono cinque:

ACQUA FUOCO LEGNO METALLO TERRA

Stiamo andando incontro all’autunno. Dal 23 settembre al 30 novembre si è nel periodo associato all’elemento metallo. Questa stagione è un periodo di transizione importante per avere modo di mettere insieme le proprie risorse, per raccogliere le proprie energie per affrontare le difficoltà dell’inverno, il cambiamento del clima, i nuovi ritmi di lavoro, il maggior carico  di  preoccupazioni e responsabilità che porta con se’ un nuovo periodo di lavoro e produzione, così come un nuovo periodo di “prove” per le difese immunitarie del nostro organismo.

L’organo associato all’elemento Metallo è l’intestino. L’intestino assorbe le sostanze benefiche ed espelle i rifiuti del corpo, permette all’organismo di accrescersi e purificarsi. Quando per situazioni di vario tipo l’intestino trattiene invece di eliminare si hanno molti disturbi, gonfiore, stipsi, raffreddore, acne, mal di testa; anche la chiusura emotiva, e quindi la difficoltà a lasciare andare le emozioni, è connessa con un malfunzionamento dell’intestino.

L’intervento che vi propongo ha come obbiettivo di ripristinare le difese che sono state sopraffatte dall’energia nociva, e di attivare le vie di drenaggio del corpo per eliminare le tossine accumulate.

Infatti il 70% della nostra linfa si trova nelle viscere. Quindi se il nostro intestino non funziona bene, tutto il sistema immunitario è compromesso

Perciò possiamo affermare: rinforzando e pulendo l’intestino ci prepariamo al meglio per affrontare i mesi freddi e bui dell’anno. Questo tramite digiuni, magari anche solo la cena, una volta la settimana.

Soprattutto nella stagione di legno (primavera) e metallo (autunno) le terapie di disintossicazione hanno effetto più profondi e duraturi.

Secondo questa legge della natura, vi propongo di fare 3 terapie di biorisonanza per pulire fegato, reni e intestino, oltre a delle gocce depurative secondo il bisogno, per poi continuare la cura a casa. In questo modo sarete preparati al meglio per combattere raffreddori  e influenze.

Globuli vaccino anti-influenzale

Chi desidera solo aumentare il sistema immunitario, ricordo che sono arrivati i globuli omeopatici del vaccino anti influenzale di quest’anno.

Vaccino Antinfluenzale

Come ogni anno in autunno propongo una variante omeopatica del vaccino anti-influenzale classico che prescrive il medico.

La base è la stessa, nel senso che i virus scelti per la creazione del vaccino sono identici, solo che assumendo il vaccino sotto forma omeopatica in globuli, non si ha innanzitutto nessun effetto collaterale sviluppando invece anticorpi a questi ceppi di virus.

Inoltre, grazie alle nuove possibilità dell’ultimo modello della macchina della Biorisonanza che potete trovare nel mio studio da qualche mese, sono riuscita a combinare e immettere degli immunostimolanti nel vaccino che rinforzano ulteriormente il sistema immunitario.

Un inverno senza influenza è garantito…!

Vi auguro un autunno peno di colori, di luce, di candele e tisane calde, dopo una bella passeggiate nel boschi autunnale!

 


Il glifosfato, un pesticida cancerogeno!
giovedì 01 gennaio 2015

Nelle ultime settimane si sono sollevate molte voci di protesta attraverso i media contro il pesticida Glifosato.

Da tempo di sospettava potesse essere cancerogeno… Adesso anche la WHO, l’Organizzazione Mondiale della Salute, lo ammette.

Il pesticida Glifosato, prodotto dalla Monsanto (sotto il nome di “Roundup”) e dalla Syngenta in Svizzera, può generare aborti, problemi ormonali, malformazioni ai feti e soprattutto tumori.

In particolare i problemi ormonali derivano dal fatto che, a livello molecolare, il Glifosato assomiglia ad alcuni ormoni umani. Nel momento in cui il pesticida viene a contatto con l’intestino, blocca i ricettori ormonali. A questo punto il nostro cervello rileva i ricettori come se fossero pieni producendo meno ormoni, ma in realtà nel sangue ce n’è invece una mancanza. E troppi pochi ormoni possono causare infertilità, aborti, depressione, ritenzione idrica, blocchi metabolici, caldane, cefalee, insonnia e tanti altri sintomi poco piacevoli.

Purtroppo il Glifosato è il pesticida più utilizzato nel mondo, si parla di circa un milione di tonnellate all’anno spruzzato nell’ ambiente. In America del Sud viene irrorato dagli aerei sui campi di mais e soia transgenici, da dove, attraverso il foraggio degli animali, entra nella catena alimentare e nei nostri piatti. Oltre chiaramente a nuocere alla popolazione locale e alla coltivazione stessa.

La Svizzera non è un’eccezione. I nostri contadini utilizzano il Glifosato nella coltivazione delle vigne, della frutta e della verdura.
Gli operai della SBB lo utilizzano per tenere puliti i binari dalle erbacce e anche negli orti domestici è diffuso. Nel 2013 sono stati spruzzate 2000 tonnellate di Glisofato solo in Svizzera. La Migros l’ha tolto dai propri prodotti a marchio Mioplant, però altri marchi lo contengono ancora.

Uno dei motivi per cui sconsiglio sempre di consumare pane e pasta a base di grano di frumento è proprio per il Glifosato. Nei paesi produttori all’ingrosso di grano nell’EU e negli USA viene utilizzato anche per far seccare le spighe, in modo da raccoglierle più in fretta. Con la conseguenza però che anche la farina di frumento, soprattutto quella integrale, contiene questo veleno. In uno studio di 2 anni fa, sono stati trovati 14 prodotti integrali contaminati su 20.

Allora torno nuovamente a consigliarvi che è meglio consumare farina di segale, di kamut e di farro provenienti da piccole produzioni bio.

Un altro triste esempio: nel 2012 sono state controllate lenticchie di origine USA e canadese. 4 su 15 erano state intossicate di Glifosato, a volte anche massicciamente. In questi paesi i produttori lo applicano ancora poco prima della raccolta.

Secondo un recente controllo in Svizzera interna, è stata analizzata l’urina di 40 persone di cui 20 sono state contaminate con questo veleno. Un risultato piuttosto scioccante, che prova la sua larga diffusione anche da noi. Adesso le Organizzazioni in difesa della natura e i Verdi ne chiedono il divieto immediato di vendita.

Cosa si può fare per evitare di essere intossicati dal Glifosato ?
- Mangiare frutta e verdura bio. AI nostri contadini bio non è permesso il suo utilizzo.
- Evitare il consumo di farina di grano di frumento.
- Evitare il consumo di carne a buon mercato di produzione di massa EU. Meglio poca, ma di origine conosciuta.
- Non utilizzare il Glifosato nel proprio orto.
- Ricordarsi di disintossicarsi regolamento con una seduta di biorisonanza, in modo che il pesticida non si accumuli nell’ organismo e vengano liberati i ricettori ormonali.

Vi auguro di cuore un’estate poco inquinata e molto soleggiata!


La sindrome della pirroluria
domenica 01 giugno 2014

Le prime scoperte inerenti la sindrome della Pirroluria vennero fatte circa 50 anni fa, trovando stranamente vitamine e sali minerali nelle urine di pazienti di psichiatria. Fu sufficiente fargli assumere per alcuni mesi queste stesse sostanze perse, che i pazienti poterono riprendere una vita normale.

Purtroppo però, dopo la morte del medico responsabile il Dr. C.C. Pfeiffer, l’interesse per questa sindrome e la sua forma terapeutica scomparve.

La Pirroluria, chiamata anche criptopirroluria o emopyrrollactamurie, è una sindrome metabolica finora quasi sconosciuta. Si suppone nasca dal connubio di stress prolungato e una quantità elevata di metalli pesanti nell’organismo (amalgame dei denti per esempio) o intossicazione di pesticidi.

Questa combinazione crea una reazione a catena nefasta nella persona: le tossine si “agglomerano” a vitamine e sali minerali che vengono espulsi con l’urina, invece che dalle feci, e la grande perdita di queste sostanze vitali riduce la capacità disintossicante dell’organismo e causa un ampio ventaglio di disfunzioni e malattie.

Inoltre, se lo stress e l’intossicazione proseguono, c’è la possibilità che si arrivi perfino ad un danno genetico.

Con il passare del tempo, la mancanza di sostanze vitali ha conseguenze sempre più drammatiche sulla persona, diventando il fattore scatenante di una vasta gamma di malattie e disturbi come: depressione, ansia, stanchezza cronica, emicrania, allergie alimentari, diabete, sovrappeso, infezioni frequenti, artrosi, problemi ormonali, insonnia, gonfiori addominali e problemi digestivi, e questi sono solo alcuni.

I pazienti a cui viene riscontrata questa sindrome, hanno spesso un lungo cammino medico alle spalle perché, nella maggioranza dei casi, l’origine del problema non viene identificata per la grande varietà dei sintomi presenti.

Da tempo svolgo ricerche in questo campo in collaborazione con diversi laboratori specializzati in Europa. Circa 8 pazienti su 10 del mio studio che sono cronicamente malati ne soffrono, dimostrando che la Pirroluria è molto più diffusa di quanto si pensi.

Oggi esiste un’analisi dell’urina facile e veloce per accertare una Pirroluria. Se la sindrome viene confermata, è possibile ridurre prontamente i danni già presenti, equilibrando o sostituendo le sostanze mancanti con terapie naturali. In questo modo, entro 3-4 mesi, il paziente riscontrerà già un notevole miglioramento sia a livello fisico che psichico.

 


Ottimizzazione metabolica UPcell
sabato 01 febbraio 2014

 

Come vi ho accennato nella mia ultima newsletter, lo scorso anno ho dedicato molto tempo all’approfondimento delle mie ricerche sugli ormoni. Tra questi anche sull’insulina, ormone protagonista principale per la perdita peso.

Il risultato è stato lo sviluppo di un nuovo programma di sblocco metabolico, accompagnato di una dieta personalizzata, che ho chiamato “ottimizzazione metabolica UPcell!”.

Questo programma si svolge tramite l’applicazione di alcuni passi di adattamento della nostra maniera di digerire e bruciare il cibo.

Passo 1 Sblocco metabolico

Tramite l’uso di nuove ampolle che misurano l’eventuale disequilibrio dello stato metabolico del corpo, sarò in grado di individuarne le cause profonde e riuscire a sbloccarlo, cioè far perdere peso alla persona mangiando di meno, un fatto che non sempre avviene. Infatti, quando si verifica un blocco metabolico, il corpo non brucia abbastanza calorie e non perde peso. Queste ampolle si combinano con la terapia della biorisonanza e con una dieta personalizzata.

Passo 2 Terapia metabolica

Si presenta in 3 fasi:

Fase 1: preparazione e disintossicazione

Fase 2: cambiamento metabolico

Fase 3: ottimizzazione del metabolismo

Una volta che il “motore” del corpo brucerà nuovamente tutto quello che deve metabolizzare, si passa all’alimentazione. E’ chiaro che, oltre ad ottimizzare il metabolismo, è necessario anche un certo modo di nutrirsi, cioè in maniera sana ed equilibrata, altrimenti non si perderà peso.

Passo 3 Alimentazione

La maggior parte delle diete si basano su un surplus di proteine, pratica comune che fa perdere velocemente peso. Ma appena ritornati all’alimentazione normale, si riprendono i chili persi o addirittura più di prima, il famoso effetto yo-yo!, altamente nocivo, stressante per il cervello e soprattutto frustrante.

Io non vi propongo una dieta, ma una maniera di nutrirvi in modo sano. Questo programma prende in considerazione il vostro peso corporeo ma soprattutto la vostro peculiarità metabolica, un programma che potete mantenere anche per anni, perché sano, gustoso e variato, che dà forza, vitalità e sostiene il corpo con tutte le sostanze di cui ha bisogno.

Cura primaverile

E’ risaputo che i momenti migliori per disintossicarsi sono la primavera e l’autunno. Infatti, secondo la medicina cinese, dal 3 marzo inizia il periodo legno, l’elemento collegato al fegato. Si tratta quindi del periodo migliore durante l’anno per perdere peso, ottenere una forma smagliante, ripulendo l’organismo dalle scorie accumulate inevitabilmente durante l’inverno. E pensando anche un po’ alla stagione del bikini…! La prossima estate arriva di sicuro!

Sarò lieta quindi di accompagnarvi durante la primavera per offrirvi un’estate piena di vitalità e magari con un po’ di chili in meno.

 

 


China Study e cucina vegana
domenica 01 dicembre 2013

 

La conclusione di questo studio è che un’alimentazione vegana, cioè senza proteine di origine animale, è la maniera più sana per l’uomo di cibarsi. Dalle piante provengono tutti i nutrimenti necessari per il fabbisogno completo del corpo umano, per funzionare bene e difendersi dalle malattie.

Carne, latte ed altri alimenti di origine animale hanno un chiaro collegamento allo sviluppo tumorale di tanti soggetti cinesi osservati in questo studio.

Per noi occidentali, cresciuti nell’insegnamento che il latte di mucca sia un alimento ideale, questa conclusione è rivoluzionaria e richiederebbe un cambiamento drastico nel nostro stile di vita e nel consumo alimentare.

Il China Study continua da 35 anni e non è ancora terminato. E’ lo studio su salute e alimentazione più comprensibile mai condotto finor e la prova definitiva che indica la superiorità del vegetarianismo e del veganismo rispetto ad una animale.

Il libro, che riporta questo studio, dà informazioni pratiche e fornisce i dati ottenuti dalle ricerche effettuate in un linguaggio accessibile anche alla persona non professionista del settore.

L’autore di questo studio, Thomas Campbell, riesce a provare l’influenza diretta tra le malattie più frequenti nel mondo occidentale come tumore, diabete e malattie cardiovascolari, alla maniera di cibarsi.

Il risultato è sorprendete ed allarmante. La maggior parte delle nostre malattie occidentali possono essere evitate e perfino diminuite, se non addirittura guarite, cambiando alimentazione ed evitando completamente le proteine animali. Tornando al cibo di origine vegetale come unica sorgente di cibo, salute e benessere saranno decisamente migliorati.

Campbell afferma che stiamo vivendo una crisi dello stato di salute di proporzioni gigantesche a causa degli sforzi insensati basati su interessi sbagliati: quelli dell’industria alimentare, della scienza, della classe medica e dello stesso governo. Purtroppo vige il motto: “chi ha i soldi, fa la legge” e qui si tratta di una quantità immensa di soldi in gioco. Come richiede un buon “business plan”, una ditta deve rendere ed aumentare i profitti e Campbell cita la stima di 1 trilione di dollari che l’industria farmaceutica guadagna all’anno grazie alle nostre malattie.

Mai un libro ha parlato cosi precisamente dello stato della nostra salute e la manipolazione ad essa collegata. E’ un libro molto interessante ma sconvolgente. Un libro che ognuno dovrebbe aver letto. Non per niente sono state vendute più di un milione di copie nel mondo finora ed è stato tradotto in 25 lingue.

 

 


Come mangiare acido-basico per una dieta sana

Prendo spunto dalla Dieta di Schaub, una dieta basica consigliata da questo naturopata svizzero tedesco di cui si sta facendo molta pubblicità. La sua teoria di equilibrare il corpo con una dieta acido-basica vieta i carboidrati che vengono sostituiti dalla carne. E niente limoni o agrumi….

Ma scusate, questa persona non ha capito proprio niente!

Innanzitutto il limone diventa basico nell’intestino ed inoltre è un ottimo disintossicante per il fegato. La carne è un portatore di acido per eccellenza, mentre solo frutta e verdura, a grandi linee, portano ad un equilibrio basico.

E i carboidrati?

Sappiamo tutti che il frumento raffinato di oggi fa male. Ma i cereali antichi, non ancora manipolati come avena, quinoa, orzo e grano saraceno di cui si ciba l’uomo da miglia di anni, fanno solo bene. Inoltre il cervello, per poter ingranare bene la mattina, ha bisogno di carboidrati, non di caffè, che è uno degli alimenti più acidi che esiste (il caffè d’orzo è neutro).

Allora cosa mangiare per avere un sano equilibrio acido-basico?

La mattina per prima cosa bere un bicchiere di acqua tiepida o calda (non fredda) per pulire i reni

Poi, per chi desidera una pulizia epatica, bere il succo di un limone spremuto in un bicchiere di acqua per pulire il fegato e tenere lontana la cellulite.

Cosa mangio? Un porridge di farina di miglio oppure di fiocchi d’avena con pane ed acqua (per evitare il latte vaccino) oppure uno yogurt di pecora., o una fetta di pane al farro o di segale con burro o marmellata. Niente margarina che non fa bene. Anche un green smoothie può essere indicato.

Frutta solo come merenda o a stomaco vuoto, cosi viene digerita bene, senza fermentare e produrre alcool.

A mezzogiorno una volta alla settimana carne bianca o pesce, tofu, uova oppure poco formaggio di pecora o capra con verdure..

La sera una minestra di verdure, massimo di 3 tipi diversi, insieme ad una fetta di pane di farro o segale fatto in casa (chi può) oppure un po’ di cereali.

Vi auguro quindi un buon equilibrio acido-basico per un inverno in piena salute!

 

Herbalife, una scelta semplice ed efficace!

In questi ultimi mesi ho avuto modo di conoscere i prodotti Herbalife, azienda che dal 1980 è leader nel settore del benessere. Li ho testati nella mia dieta personale riscontrandone l’efficacia e la praticità.

Soprattutto per quanto riguarda la prima colazione, la loro proposta chiamata “Formula 1” è effettivamente un pasto squisito in vari gusti, semplice da preparare e pratico. Si tratta di un frullato che non solo dà un flusso costante di energia durante il giorno ma è anche un ottimo sistema per il controllo del peso. Iniziare quindi la giornata con una colazione completa e bilanciata, composta da un equilibrio di proteine di alta qualità, carboidrati a base vegetale, vitamine e minerali, è parte di un sano stile di vita attivo.

Per uno spuntino sano e delizioso durante la giornata, propongo uno snack, di vari gusti, composto da una barretta proteica arricchita con vitamine, che favoriscono lo sviluppo della massa magra, cioè muscolare. Aumentando la percentuale di massa muscolare, aumentano le calorie che il corpo brucia durante la giornata.

Inoltre, ho iniziato ad utilizzare uno strumento come la “Tanita”, una bilancia impedenziometrica, che permette un controllo costante non solo del semplice peso corporeo ma soprattutto della sua composizione.

La misurazione della impedenza corporea (Body Impedence Assessment o B.I.A.), è una delle tecniche attualmente più usate ed affidabili per la determinazione della composizione corporea.

Si basa sul dato fisico che l'acqua è un buon conduttore di corrente elettrica, mentre il grasso è un isolante quasi perfetto. Poiché la Massa Magra corporea (Fat Free Mass - FFM) è costituita prevalentemente da acqua, determinando il contenuto di acqua dell'organismo, è possibile risalire facilmente al contenuto in FFM, e quindi al contenuto di Massa Grassa (FAT).

Allo scopo, viene utilizzato un apparecchio chiamato Impedenziometro, che, collegato tramite elettrodi al paziente, misura la resistenza che il corpo oppone al passaggio di una corrente debolissima e ad altissima frequenza (50.000 Hz) (ASSOLUTAMENTE INDOLORE!). Dal valore della impedenza corporea, tramite alcuni algoritmi e con l'ausilio di un computer, si risale al contenuto di acqua corporea, di massa magra, di massa grassa, ed al metabolismo basale del paziente.

Gli apparecchi più moderni, anziché utilizzare elettrodi, si collegano al paziente mediante una pedana metallica (simile ad una comune bilancia) su cui il paziente sale. La corrente elettrica a bassa intensità, viene trasmessa al paziente attraverso la pianta dei piedi, che debbono però essere bene asciutti, per evitare dispersioni.

Nel corso di qualunque terapia dietetica, è fondamentale per il medico tenere sotto controllo la composizione corporea del paziente. Ogni dieta, infatti, comporta un deficit calorico ed una alterazione del metabolismo a cui l'organismo fa fronte utilizzando (e quindi "bruciando") il tessuto adiposo. Tuttavia può capitare che in alcune condizioni, venga intaccata anche la massa muscolare (massa magra), ed il medico deve essere pronto ad arrestare tale processo, modificando la dieta assegnata.

Vi sono inoltre diverse condizioni in cui il ricambio idrico risulta alterato (la gravidanza, la ritenzione idrica, la disidratazione, la insufficienza renale, l'uso di diuretici nella terapia dell'ipertensione arteriosa, le disfunzioni surrenaliche, ecc.). In tali situazioni, la perdita di peso o la mancata perdita di peso, non riflettono necessariamente le variazioni di massa grassa: è possibile infatti che un paziente che non ha perso peso, abbia in realtà perso 1 o 2 Kg di massa grassa, ed abbia aumentato di 1 o 2 Kg. l'acqua corporea. O viceversa, una perdita di 5 Kg di peso, si può rivelare come perdita esclusiva di liquidi, e non di massa grassa (un falso dimagrimento).

Come si effettua l'esame?

Per ottenere un risultato il più possibile accurato, è necessario che il paziente sia a digiuno e senza bere da almeno 4 ore, ed abbia vuotato la vescica subito prima dell'esame. I piedi debbono essere bene asciutti, e possibilmente nudi, anche se è possibile effettuare l'esame con calze leggere. Il paziente viene fatto salire sulla pedana, l'apparecchio registra il peso. Viene poi inviata la corrente a bassa intensità e l'Impedenziometro invia al computer collegato i dati acquisiti. I dati vengono elaborati, e presentati sotto forma di:

Massa Grassa

Massa Magra

Acqua Corporea Totale

Età metabolica

Metabolismo Basale

Massa ossea

 

Calendario delle prossime Costellazioni Sistemiche

Essendo stata quest’anno molto impegnata per il lavoro di laboratorio di ricerca sugli ormoni che sto tenendo presso il mio studio, ho dovuto limitare il numero di sessioni di Costellazioni Sistemiche.

La prossima Costellazione che terrò sarà il 16 Novembre 2013 dalle ore 10.00 alle 17.00.

 


Analisi ormonali
venerdì 01 marzo 2013

Analisi degli Ormoni

Le novità vengono spesso dagli Stati Uniti. Questa volta si tratta dell’analisi degli ormoni attraverso la saliva.

Inizialmente questo tipo di esami erano stati sviluppati per effettuare il controllo antidoping agli sportivi, ma ora sono disponibili in Europa anche per controllare il livello degli ormoni in senso generale.

Sto lavorando su questo tema da circa due mesi e i risultati che sto ottenendo sono fantastici!

Le analisi del sangue infatti, non sono cosi attendibili e costanti nei risultati come questi.

Attraverso l’analisi della saliva è possibile verificare, esattamente e in modo scientifico, a che livello si trovano i nostri ormoni, non solo quelli sessuali ma anche per esempio quelli neurologici, che indicano a che livello di stress siamo esposti, se soffriamo di una sindrome di fatica cronica e perfino di un burnout.

Anche le cause di depressione o cambiamenti di umore possono essere così compresi e individuabili, ma soprattutto abbiamo in mano un valido strumento per curarle e guarirle.

Test interessante: amate i vostri animali domestici!

In un laboratorio sono stati convocati dei padroni con i loro cani per effettuare un test riguardante il livello degli ormoni della felicità negli animali.

L’esperimento prevedeva che il padrone coccolasse il suo animale parlandogli dolcemente.

Durante questo test si è verificato, con grande sorpresa!, che il livello di dopamina (l’ormone della felicità appunto) aumentava del 20% non solo negli animali MA ANCHE nei padroni!

Oltre a questo, anche la pressione sanguina delle persone coinvolte scendeva in modo significativo!

Quindi, invece di prendere un antidepressivo, compratevi un animale…! Farà un gran bene a entrambi…

 

Uova di Pasqua e non…

Durante il periodo pasquale si consumano molte più uova del solito. Ma fanno veramente cosi male per il colesterolo?

No, no, assolutamente no!

La Commissione Svizzera per l’Alimentazione conferma che il consumo delle uova non ha nessuna influenza sul tasso di colesterolo o sull’aumento di frequenza di malattie cardio-circolatorie.

Le uova non hanno un posto fisso nella piramide alimentare e si dichiara sano il consumo di 2-3 uova al giorno.

Non contengono tante calorie, ma in compenso hanno tante proteine, sono ricche di Vitamina D, B12, acido folico, selenio, iodio, zinco e magnesio.

Vi auguro dunque una Felice Festa Pasquale e che sia con tante uova!